L’ambulatorio infermieristico ed il Fast Track in Pronto Soccorso: nuovi strumenti organizzativi dell’assistenza

Marida Andreucci, Tiziana Traini, Emanuela Cosignani

Abstract

Da diversi anni uno dei maggiori problemi riscontrabile all’interno dei Pronto Soccorso italiani è rappresentato dal fenomeno dell’o- vercrowding, il sovraffollamento che si gene- ra in seguito all’uso di tali strutture, a volte im- propriamente[1,2]. Ciò genera un conseguente aumento dei tempi di attesa per i codici a bassa priorità,[3] ed è proprio sul trattamento di questi ultimi che viene posta l’attenzione, alfine di evitare di incorrere nel rischio di esem- pi di malpractice e di penalizzare coloro chepresentano problematiche più urgenti e com- plesse[4].

Riferimenti bibliografici

Lovato E, Minniti D, Giacometti M, Barberis B, Pasqualucci A et al. Il sovraffollamento nel dipartimento di emergenza: efficacia di una strategia multifattoriale isorisorse. Evidence 2013;5(9): e1000056 doi: 10.4470/E1000056

Hoot NR, Aronsky D. Systematic review of emergency department crowding: causes, effects, and solutions. Ann Emerg Med. 2008;52:126-36

Carter AJ, Chochinov AH. A systematic review of the impact of nurse practitioners on cost, quality of care, satisfaction and wait times in the emergency department. CJEM. 2007 Jul;9(4):286-95.

Bambi S., Giusti M., Becattini G., See and Treat in pronto soccorso: dal medico all’infermiere con competenze avanzate. Una revisione della letteratura, Assistenza Infermieristica e ricerca, 2008

Rosselli A, Becattini G, Cappugi M, Francois C. See & Treat Protocolli medico-infermieristici: la sperimentazione toscana nei pronto soccorso. Giunti Editore, Firenze, 2012.

Aksel G, Bildik F, Demircan A, Keles A, Kilicaslan I, et al. Effects of fast-track in a university emergency department through the National Emergency Department Overcrowding Study. J Pak Med Assoc. 2014;64(7):791-7.

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.